Img preview

Biodegradable solutions for packaging of liquid dairy products

DISSEMINATION ACTIVITIES

Type of information: NEWS

In this section, you can access to the latest technical information related to the BIOBOTTLE project topic.

Proposta UE per limitare cinque sostanze cancerogene

Terza tornata di revisione della direttiva sugli agenti cancerogeni e mutageni: nel mirino MOCA, formaldeide, cadmio, berillio e acido arsenico.

10 aprile 2018 07:45

La Commissione europea vuole aggiungere cinque nuove sostanze alle 21 già sottoposte a restrizioni nell’ambito della direttiva sugli agenti cancerogeni e mutageni (2004/37/CE), allo scopo da migliorare la protezione dei lavoratori dal contatto con sostanze potenzialmente nocive al fine di prevenire ulteriori casi di malattie oncologiche e di altre patologie di origine professionale.

Nella terza tornata di revisione della direttiva, sono finiti nel mirino di Bruxelles: il cadmio e i suoi composti inorganici; il berillio e i suoi composti inorganici; l’acido arsenico e i suoi sali come pure i composti inorganici di arsenico; la formaldeide; il 4,4’-metilene-bis(2-cloroanilina) (MOCA). Quest’ultimo, in particolare, trova applicazione come agente vulcanizzante nella produzione di poliuretani. Cadmio,berillio e acido arsenico sono utilizzati nella produzione di batterie al nichel-cadmio, nella galvanoplastica meccanica, riciclo e produzione di materie plastiche, fonderie, produzione del vetro, attività di laboratorio, elettronica, industria chimica, costruzioni, sanità.

In concreto, la Commissione propone di limitare l’esposizione dei lavoratori a queste sostanze chimiche introducendo nella direttiva 2004/37/CE nuovi valori limite sulla concentrazione massima nell’aria sul luogo di lavoro. La proposta - spiega la Commissione - si basa su dati scientifici e fa seguito ad ampie discussioni con i portatori di interessi, in particolare rappresentanti dei datori di lavoro, dei lavoratori e degli Stati membri.

Secondo alcune stime, la proposta migliorerebbe le condizioni di lavoro di più di un milione di lavoratori nell’Unione europea e potrebbe prevenire più di 22mila casi di malattie professionali, non solo per quanto riguarda i tumori - fanno sapere da Bruxelles -. Con tali valori limite si ridurrà anche l’incidenza di altre importanti patologie dovute a sostanze cancerogene e mutagene.

La Commissione ha proposto in passato due modifiche legislative, nel maggio 2016 e nel gennaio 2017, che hanno individuato i valori limite relativi a 20 sostanze cancerogene. La prima è stata adottata dai colegislatori alla fine del 2017, diventando la direttiva (UE) 2017/2398, la seconda proposta di modifica è ora al vaglio dei legislatori.

© Polimerica -  Riproduzione riservata

Numero di letture: 383

» More Information

« Go to Technological Watch








This project has received funding from the European Union’s Seventh Framework Programme for Research, technological development and demonstration (FP7/2007-2013) under grant agreement n° [606350].

AIMPLAS Instituto Tecnológico del Plástico
C/ Gustave Eiffel, 4 (Valčncia Parc Tecnolňgic) 46980 - PATERNA (Valencia) - SPAIN
(+34) 96 136 60 40
biobottle@aimplas.es